Lista dei libri · Vetrina

Ignacy Karpowicz, Balladyny i romanse [Balladine e romanze], Krakòw, Wydawnictwo Literackie, 2010

Ignacy Karpowicz, nato nel 1976, è astro nascente della prosa polacca. A partire dal’esordio nel 2006 con il romanzo Niehalo (Da schifo), con una invidiabile regolarità sforna libri che hanno successo sia di pubblico che di critica. L’ultimo intitolato Balladyny i romanse (un titolo allusivo che richiama le opere del romanticismo polacco) è un ironico ritratto della società di oggi, a tratti esilarante, a tratti serio e penetrante. Gli dei di tutte le religioni (Zeus, Afrodite, Gesù e altri) decidono di scendere in campo per combattere gli abietti idoli della modernità e per alleviare i dolori dell’umanità in cui regna la tristezza e la depressione e, peggio ancora, comincia a mancare il caffè. Vorrebbero ripristinare i valori tradizionali e convincere le persone a credere agli dei ancora una volta. Per agire scelgono il “paese in offerta” cioè la Polonia. Come si può ben intuire questa situazione crea non pochi equivoci e dà all’autore la possibilità di giocare con stili e narrazioni non rinunciando a una seria riflessione sulla condizione umana.

Lingua originale: polacco
Sito: http://www.wydawnictwoliterackie.pl/
Roman Sosnowski: romansos@gmail.com

Please follow and like us:

L'autore

Roman Sosnowski
Roman Sosnowski è professore di Storia della lingua italiana e di Linguistica italiana all’Università Jagellonica di Cracovia. È autore, tra l’altro, dei volumi Origini della lingua dell’economia in Italia (Milano 2006), Deissi spaziale nei testi teatrali italiani del XVI secolo (Cracovia 2010) nonché co-autore di dizionari e manuali per lo studio dell’italiano. Negli ultimi si è occupato dei manoscritti italiani presenti nella Biblioteca Jagellonica. Attualmente collabora al progetto OIM (Osservatorio degli Italianismi nel Mondo) per quanto riguarda la lingua polacca. Appassionato podista, partecipa alle gare di corsa in Polonia e in Italia.