avvenimenti · In primo piano

Il Bulino o l’avventura di un editore

Il Bulino o l’avventura di un editore

a cura di Antonello Tolve

GABA.MCGalleria dell’Accademia di Belle Arti di Macerata

Piazza Vittorio Veneto 7 (MC)

dal 13 dicembre 2018 al 24 febbraio 2019

Opening | giovedì 13 dicembre ore 18.00

 

L’Accademia di Belle Arti di Macerata è lieta di annunciare un’importante mostra dedicata alla quarantennale attività della stamperia d’arte Il Bulino e dell’omonima galleria che si terrà negli spazi della GABA.MC – Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, in Piazza Vittorio Veneto 7.

Testimonianza di un gusto versatile, di un desiderio che vuole lavorare con il presente e entrare nel vivo dell’ambiente creativo dove la partecipazione si prepara con il lievito del colloquio («ho sempre amato preparare le mostre a stretto contatto con gli artisti, il lato commerciale è stato soltanto una necessità», avvisa Sergio Pandolfini), la mostra Il Bulino o l’avventura di un editore offre uno spaccato dell’attività quarantennale di una stamperia che apre una galleria per creare importanti contaminazioni e dialoghi sempre più flessibili, elastici, fluidi tra il perimetro più strettamente editoriale e quello espositivo. Accanto alla bottega artigiana, a una cattedrale di carta dove monotipo e litografia, xilografia e serigrafia, grafica d’arte e calcografia (acquaforte, acquatinta, maniera nera, bulino e tecniche sperimentali) si pongono al centro di un costante e indispensabile programma dialogico, la galleria è infatti circuito ospitale, luogo di insediamento e di impaginazione, paesaggio pensato e attivo dove possibili combinazioni tra oggetti e cose rievocano continuamente lo sviluppo su carta, aperta a mille nuove possibilità.

Da Getulio Alviani a Mirella Bentivoglio, da Agostino Bonalumi a Ettore Consolazione, da Bruno Conte a Gillo Dorfles, da Lucio Fontana a Tano Festa, da Osvaldo Licini a Carlo Lorenzetti, da Giulia Napoleone a Achille Perilli, da Enrico Pulsoni a Hans Richer, per giungere via via a Ruggero Savinio, Mario Schifano, Guido Strazza e Claudio Verna, il percorso è scandito mediante opere, collane e multipli che testimoniano la passione di un uomo curioso.

Mediante opere, libri d’autore e cataloghi d’arte, la mostra restituisce un’atmosfera che vuole fa rivivere tutti gli aspetti di un laboratorium creativo il cui volto mira all’intreccio di storie, alla tessitura di incontri, all’apertura e alla scommessa, alla costruzione di racconti preziosi.

Opere di Carla Accardi, Josef Albers, Getulio Alviani, Franco Angeli, Mirella Bentivoglio, Giorgio Bertelli, Agostino Bonalumi, Gianluigi Bellucci, Andrea Carini, Tommaso Cascella, Lucilla Catania, Elvio Chiricozzi, Ettore Consolazione, Bruno Conte, Paolo Cotani, Sandro De Alexandris, Elisabetta Diamanti, Agnes Denes, Gillo Dorfles, Chiara Dynys, Franco Fanelli, Tano Festa, Andrea Fogli, Lucio Fontana, Carlo Guarienti, Yun Jung Seo, Aristea Kritsotaki, Edoardo Landi, Paolo Laudisa, Osvaldo Licini, Giancarlo Limoni, Carlo Lorenzetti, Marino Marini, Edolo Masci, Manfredo Massironi, Gianluca Murasecchi, Giulia Napoleone, Achille Pace, Achille Perilli, Ernesto Porcari, Enrico Pulsoni, Mario Raciti, Hans Richter, Giuseppe Salvatore, Antonio Sanfilippo, Ruggero Savinio, Mario Schifano, Vincenzo Scolamiero, Ettore Sordini, Guido Strazza, Silvia Stucky, Seiko Tachibana, Giulio Turcato, Guendalina Urbani, Grazia Varisco, Claudio Verna.

Il Bulino o l’avventura di un editore

GABA.MC – Galleria dell’Accademia di Belle Arti | Piazza Vittorio Veneto 7 (MC), www.abamc.it tel +39 0733 405111

Please follow and like us:
error

L'autore

Antonello Tolve
Antonello Tolve
Antonello Tolve è studioso delle esperienze artistiche e delle teorie critiche del Novecento, con particolare attenzione al rapporto che intercorre tra arte, critica d’arte e nuove tecnologie. Docente presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata e Ph.D in Metodi e metodologie della ricerca archeologica e storico artistica (Università di Salerno), è stato visiting professor in diverse università, tra queste, la Mimar Sinan Güzel Sanatlar Üniversitesi, la Guaňgdon̄g Gon̄gyè Dax̀ué, la Beǐjin̄g Yuy̌ań Daxué, l’Universitatea de Arta si Design de Cluj-Napoca e la Universidad Central de Venezuela. Critico d’arte e curatore è stato commissario in diverse giurie internazionali. Tra i suoi libri Gillo Dorfles. Arte e critica d’arte nel secondo Novecento (2011), ABOrigine. L’arte della critica d’arte (2012), Esposizione dell’esposizione (2013), Ubiquità. Arte e critica d’arte nell’epoca del policentrismo planetario (2014), La linea socratica dell’arte contemporanea (2016).