Didier van Cauwelaert, Les témoins de la mariée [I testimoni della sposa], Paris, Albin Michel, 2010

Autore di romanzi, racconti, teatro, una saga per adolescenti, nonché di un saggio sulla clonazione di Cristo, Didier van Cauwelaert (1960) ha vinto il Prix Goncourt con Un aller simple nel 1994. Il suo romanzo Hors de moi (2003) è stato adattato al grande schermo nel 2011 con Unknown – Senza identità del catalano Jaume Collet-Serra. Les témoins de la mariée racconta, dal punto di vista di ciascuno, la vicenda dei quattro migliori amici di Marc, dongiovanni milionario, che annuncia loro l’arrivo di un’improbabile fidanzata cinese con cui intende convolare a nozze. Il futuro sposo però muore in un incidente stradale mentre l’amata è già in volo verso Parigi e i quattro si trovano a gestire tra silenzi, bugie e situazioni squisitamente ridicole una “creatura da sogno a mezza strada tra Jackie Kennedy e una geisha di Playboy” che finirà col rivoluzionarie completamente le loro esistenze. In italiano sono stati tradotti Sola andata, Corpo estraneo, L’educazione di una fata, L’apparizione, Fuori di me e Il vangelo di Jimmy.

 

Lingua originale:Francese
Sito casa editrice: www.albin-michel.fr
Marika Piva: marika.piva@unipd.it