avvenimenti · In primo piano

Scritti su Cesare Brandi 1946-2017

Il volume raccoglie un’antologia ragionata di scritti su Cesare Brandi. Una raccolta di ampio respiro, suddivisa in cinque sezioni – lo scrittore, il filosofo, la forma del saggio, il teorico del restauro, il critico e lo storico dell’arte – che dà conto della varietà e della vastità dell’area culturale in cui si colloca l’opera dello studioso. Se il manuale teorico sul restauro, tradotto in molte lingue, ha reso il nome di Brandi conosciuto in tutto il mondo, la sua fama postuma è affidata soprattutto alle riflessioni in qualità di scrittore e di filosofo dell’arte più che di critico, come testimoniano i molti interventi qui riportati. Un omaggio a una figura di grande rilievo per la cultura italiana, attraverso gli scritti di personalità di indubbia caratura, che hanno tratto dall’insegnamento di Brandi spunti di riflessione che meritano di essere riportati all’attenzione del pubblico.
A titolo esemplificativo si riportano i seguenti giudizi sul critico: “Questo eterno, diabolico, ignoto: Cesare Brandi è l’uomo meno raro e difficoltoso che abbia incontrato. Dopo i primi minuti allarmanti, anzi per me quasi terrificanti, egli è stato di una precisione e calore di lingua come raramente ho riscontrato” (Pier Paolo Pasolini, 1950).“Sull’arte moderna non conosco opera critica più chiarificatrice di Segno e immagine di Cesare Brandi” (Mario Praz, 1960). “Che il dialogo Carmine sia il libro di estetica più importante uscito appunto dopo il Croce è apparso meno evidente solo perché in esso le analisi fenomenologiche prevalgono qualitativamente sul sistema” (Gianfranco Contini, 1972). “Il libro (la prima edizione di Carmine o della pittura) che ha marcato, sin dai miei disordinati studi alla facoltà di Lettere dell’Università di Palermo, un altro fondamentale incontro con un grande maestro, che mi ha fatto scoprire una maniera di avvicinarsi alle immagini che se aveva solidissime basi teoriche e di sterminata cultura soprattutto si nutriva di un meraviglioso istinto per la qualità e per la bellezza” (Ferdinando Scianna, 2001)

A passo d’uomo attraverso la storia

Scritti su Cesare Brandi 1946-2017. Un incantevole compagno di strada, a cura di V. Brandi Rubio e introduzione di G. Appella, Milano, Silvana, 2021.

 

 

 

 

 

One thought on “Scritti su Cesare Brandi 1946-2017

Comments are closed.