avvenimenti · In primo piano

Lo scaffale di poesia che parla di natura e territorio

90 titoli, raccolte di versi ma anche prosa e saggistica sui temi che legano poesia e ambiente, amore per la natura e per il territorio: è il dono del Festival Europeo di Poesia Ambientale per la Biblioteca del Quarticciolo, uno dei nodi dell’ampia rete del Sistema Biblioteche di Roma. La prima tranche di 30 titoli è stata consegnata nella mattinata di venerdì 19 marzo, alla vigilia della Giornata internazionale della Poesia (21 marzo).

Il Festival Europeo di Poesia Ambientale, organizzato dalla start-up Saperenetwork specializzata nella diffusione della cultura ambientale, è uno dei progetti vincitori dell’Avviso pubblico Contemporaneamente Roma 2020-2021-2022 di Roma Capitale. Si avvale inoltre del contributo scientifico del magazine SapereAmbiente e della rivista Insula europea. Dal 9 al 12 dicembre scorso si è svolta, in diretta streaming, la seconda edizione del Festival, che ha coinvolto 10 autori italiani e internazionali e tre luoghi simbolo della cultura popolare di Roma: la stessa Biblioteca Quarticciolo, il Teatro Quarticciolo e il Museo dell’Altro e dell’Altrove. “Oggi il Festival torna proprio in quel territorio, nel Municipio Roma V, per proseguire il percorso di sensibilizzazione verso una riconversione autentica alla sostenibilità, nel quale la scrittura poetica svolge un ruolo fondamentale – spiega Marco Fratoddi, Direttore del Festival insieme ad Angiola Codacci Pisanelli e Carlo PulsoniVogliamo valorizzare l’enorme patrimonio letterario fiorito intorno a queste tematiche, facendolo vivere nella concreta materia di carta e versi, per proseguire nell’opera di ‘contaminazione’ poetica dell’ambiente e dei territori”.
L’obiettivo è quello di costituire, all’interno di uno spazio culturale pubblico come la Biblioteca Quarticciolo, un fondo di poesia ambientale. Da Zanzotto a Magrelli, da Caproni ad Arminio, da Calandrone a Macadan, è davvero ricco e variegato l’elenco delle opere che inaugurano la raccolta. Ed entro il 2022 giungeranno anche gli altri 60 volumi, in due donazioni successive di 30 libri ciascuna. La consegna dei primi 30 volumi è avvenuta, nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19, presso la sede della Biblioteca, in via Castellaneta 10. Era presente anche Maria Teresa Brunetti, Assessore alla Cultura del Municipio Roma V, che ricorda: “Da lungo tempo il Municipio V è impegnato sui temi della cultura e dell’ambiente, ai quali abbiamo sempre dedicato un’attenzione forte, consapevoli della loro centralità. Lo dimostrano le tante attività che abbiamo sostenuto, non ultimo ‘Festam’, il Festival dell’Ambiente del Municipio V che abbiamo organizzato dal 2017 al 2019 presso il Nuovo Cinema Aquila, per promuovere cultura e temi ambientali presso le scuole e presso la cittadinanza tutta. Dunque non possiamo che accogliere con entusiasmo questa iniziativa, che va ad arricchire il patrimonio di saperi e sensibilità ambientali in uno spazio pubblico e accessibile come la Biblioteca.”
Prossimamente saranno annunciate le date della prossima edizione del Festival, sempre a partire da Roma e dal V Municipio in un’ottica europea, verso la costituzione di una rete internazionale di poeti per l’ambiente.

Qui di seguito la lista del primo lotto di libri donato alla Biblioteca, su indicazione dei protagonisti del Festival Europeo di Poesia Ambientale:

Eliza Macadan, In ginocchio fino all’arcobaleno, Firenze, Passigli, 2020.
Giuseppe Bellosi, Requiem, Imola, La Mandragora, 2014.
Maria Grazia Calandrone, Giardino della Gioia, Milano, Mondadori, 2019.
Niccolò Scaffai, Letteratura e ecologia, Roma, Carocci, 2017.
Juan Carlo Galeano, Racconti Amazzonici, Milano, Mondadori, 2018.
Serenella Iovino, Ecologia letteraria. Una strategia di sopravvivenza, Milano, Ed. Ambiente, 2015.
Serenella Iovino, Filosofie dell’ambiente. Etica, natura, società. Roma, Carocci, 2008.
Margaret Atwood, Brevi scene di Lupi, Firenze, Ponte alle Grazie, 2020.
Tiziano Fratus, Sogni di un disegnatore di ciliegi, Borgo San Sepolcro, Aboca edizioni, 2020.
Tiziano Fratus, Poesie Creaturali. Un bosco in versi. Milano, Libreria della natura, 2019.
Giuseppe Conte, Poesie 1983 – 2015, Milano, Mondadori, 2015.
Franco Arminio, Cedi la strada agli alberi. Poesie d’amore e di terra, Milano, Chiaralettere, 2017.
Franco Arminio, La cura dello sguardo. Nuova farmacia poetica, Milano, Bompiani, 2020.
Cristiano Poletti, Libellula Gentile. Fabio Pusterla, Il lavoro del poeta, Milano, Marcos y Marco, 2019.
Fabio Pusterla, Corpo stellare, Milano, Marcos y Marcos, 2010.
Chandra Livia Candiani, Fatti vivo, Torino, Einaudi, 2017.
Chandra Livia Candiani, La domanda della sete, Torino, Einaudi, 2020.
Mariangela Gualtieri, Le giovani parole, Torino, Einaudi, 2015.
Mariangela Gualtieri, Quando non morivo, Torino, Einaudi, 2019  .
Eleonora Rimolo, La terra originale, Faloppio, LietoColle, 2018.
Laure Gauthier, La città dolente, Francavilla Marittima [CS], Macabor, 2017.
Daria Menicanti, Il Concerto del Grillo. L’opera poetica completa con tutte le poesie, Sesto San Giovanni, Mimesis, 2013.
Valerio Magrelli, Geologia di un padre, Torino, Einaudi, 2013.
Marco Pivato. Noverar le stelle. Che cosa hanno in comune scienziati e poeti.  Roma, Donzelli, 2015.
Massimo D’Arcangelo, Anne Elvey, Helen Moore, Intatto-Intact. Ecopoesia-Ecopoetry. Testo originale a fronte, Milano, La Vita Felice, 2017
Roberto Rea [a cura di], Dal paesaggio all’ambiente. Sentimento della natura nella tradizione poetica italiana, Roma, Edizioni di Storia e letteratura, 2020.
Gianni Gasparini, Un libro della natura. Poesia, ambiente, montagna, Sesto San Giovanni, Mimesis, 2019.
Stefano Carrai, La traversata del Gobi, Torino, Nino Aragno, 2017.
Rosa Tiziana, Bruno Topi, Educare al pensiero ecologico. Letture, scritture e passeggiate per un mondo sostenibile, Milano, Topipittori, 2020.
Giorgio Caproni, Tutte le poesie, Milano, Garzanti, 1991.
Andrea Zanzotto, Luoghi e paesaggi, Milano, Bompiani 2013.